Ricerca:

 
 
 
   
     
 
 


 

















 

Maggioli Editore su Geoexpo

Appalti e Lavori Pubblici

1 - 2 - 3 - 4 - 5

75265
   
      Gli appalti pubblici dopo i decreti Spending Review e Crescita
Bassi Giuseppe - Greco Maurizio - Massari Alessandro
 
ISBN: 8838775265
Collana: Appalti & Contratti
Edizione: 1
Copyright: Ottobre 2012
Tipo Prodotto: Volume
Pagine: 695
Formato: 15x21
 
Euro 64,00
 
- 10%
Euro 57,60
 

 
 
Disponibilità:
 

Gli appalti pubblici dopo i decreti Spending Review e Crescita

Commento alle novità introdotte dalle Leggi 94, 134 e 135 del 2012

L’incessante produzione normativa d’emergenza scombina di continuo la disciplina degli appalti pubblici, ponendo gli Operatori di fronte ad un mosaico di disposizioni da ricomporre ogni volta.

Interventi normativi frettolosi, contraddittori e scarsamente coordinati che trovano chiarimento e razionale sistemazione in questa nuova opera di interpretazione e commento redatta da tre apprezzati esperti, A. Massari, Avvocato specializzato in contrattualistica pubblica, M. Greco, Direttore struttura complessa gestione risorse di ASL, G. Bassi, Funzionario economico comunale.

Utilissimi sul piano operativo i due quadri sinottici che precedono l’approfondimento delle singole novità:

  • Il primo riporta la successione cronologica dei provvedimenti normativi riguardanti gli appalti pubblici intervenuti dall’inizio del 2012 insieme all’elenco delle più significative pronunce della giurisprudenza e degli atti dell’Autorità di vigilanza, nonché l’elenco delle norme del Codice dei contratti e del Regolamento attuativo modificate dai recenti provvedimenti.

  • Il secondo delinea in sintesi l’attuale assetto delle modalità di acquisizione di beni e servizi come modificate dalle “spending review”, distinguendo per tipologie di amministrazioni pubbliche, atteso il diverso ambito soggettivo di applicazione delle disposizioni recate dalle Leggi 94/2012 e 135/2012.

Segue la trattazione d’approfondimento, sviluppata nel dettaglio dei seguenti argomenti:

  1. IL SISTEMA DEGLI ACQUISTI DI BENI E SERVIZI DELLA P.A. DOPO LA SPENDING REVIEW 1 e 2

    Le innovazioni introdotte dal D.L. 52/2012 convertito con L. 94/2012 (cd. “spending review 1)

    • L’estensione per le amministrazioni statali centrali e periferiche dell’obbligo di ricorso alle convenzioni Consip per tutte le tipologie di beni e servizi.

    • Le altre amministrazioni (esclusi gli enti del SSN): la facoltatività dell’adesione e la vincolatività dei parametri prezzo-qualità delle convenzioni Consip.

    • Gli enti del SSN: l’obbligo di ricorso alle convenzioni regionali e a quelle Consip in caso di indisponibilità delle prime.

    • L’estensione dell’obbligo di ricorso al mercato elettronico per gli acquisti sotto soglia e le norme di semplificazione.

    • Le novità in materia di comunicazioni e dati relativi alle acquisizioni di beni e servizi.

    • La messa a disposizione del sistema informatico di negoziazione del Ministero dell’economia e dlelle finanze.

    • L’apertura in seduta pubblica delle buste contenenti le offerte tecniche.

    • Certificazione e compensazione dei crediti dei fornitori nei confronti delle PP.AA.

    • Utilizzo di erogazioni liberali nel caso di acquisti attraverso convenzioni-quadro e attraverso il MePA.

    • Misure in tema di riduzione dei consumi di energia e di efficientamento degli uso finali dell’energia.

    La “spending review 2”: le ulteriori innovazioni introdotte dal D.L. 95/2012 convertito con L. 135/2012

    • La nullità, la responsabilità disciplinare e amministrativa per i contratti stipulati in violazione delle norme sulle modalità di acquisizione di beni e servizi.

    • Le norme a favore delle piccole e medie imprese.

    • Le modifiche al Codice in tema di raggruppamenti.

    • Le modifiche al Codice in materia di garanzie nelle procedure avviate dalle centrali di committenza.

    • Le procedure autonome di acquisto, la limitazione temporale e la clausola di recesso da inserire nei contratti.

    • Gli acquisti dei piccoli comuni.

    • L’obbligo ordinario di adesione alle convenzioni quadro per determinate tipologie di forniture e servizi e le modalità alternative ammesse.

    • La rinegoziazione ed il recesso dai contratti di fornitura e servizi.

    • La disciplina speciale della rinegoziazione e il recesso dai contratti in sanità.

    • Verifica bandi di gara e contratti di global service e facility management in ambito sanitario.

    • Le disposizioni per Consip e le centrali di committenza regionali e la rinegoziazione delle convenzioni quadro.

    • Riduzione costi manutenzione beni e servizi hardware e software.

    • Le società strumentali delle PP. AA. e i limiti agli affidamenti diretti e all’in house providing.

    • Gli affidamenti di servizi mediante “convenzione”: l’obbligo dell’evidenza pubblica.

    Spending review 1 e 2: notazioni sulle disposizioni specifiche per gli acquisti nella sanità.

  2. LE INNOVAZIONI CONTENUTE NEL DECRETO “CRESCITA”

    La modifica all’art. 38, lett. a) del Codice appalti.

    La determinazione corrispettivi a base di gara per gli affidamenti dei servizi di ingegneria.

    Disposizioni in materia di responsabilità solidale dell’appaltatore.

    L’avviso preventivo per le spese superiori a 1000 euro.

    Le disposizioni per il rilancio della finanza di progetto e la semplificazione delle procedure per le grandi opere.

    Piano nazionale per le città.

    Lodo arbitrale per le controversie inerenti appalti pubblici.

  3. LE NOVITÀ CONTENUTE NEI RECENTI ULTERIORI DECRETI LEGGE

    Il D.L. 73/2012 e la proroga del regime di qualificazione delle imprese.

  4. NUOVE DISPOSIZIONI IN MATERIA DI DISMISSIONE DI SOCIETÀ A PARTECIPAZIONE PUBBLICA E DI COMPOSIZIONE DEI RELATIVI ORGANI DI AMMINISTRAZIONE

    L’obbligo per le PP. AA. di acquisire sul mercato i servizi strumentali: il nuovo regime ordinario.

    Il riposizionamento delle “società strumentali”: i regimi alternativi a quello ordinario e le situazioni di salvaguardia.

    Il nuovo quadro ordinamentale delle società strumentali di regioni ed enti locali: un tentativo di ricostruzione dei confini.

    I nuovi vincoli alle nomine degli amministratori nelle società strumentali e in quelle gestori di servizi pubblici locali.Una rilevante disposizione interpretativa in materia di società pubbliche.

  • APPENDICE NORMATIVA

    Il Codice dei contratti pubblici, in versione integrale nel testo vigente.


 
 
 
 
 
 

 
Quantità

  Metti nel carrello
  esamina il carrello

 

70514
   
      Appalti e servizi pubblici dopo le recenti novità: dal decreto sviluppo al decreto semplificazioni
Bassi Giuseppe - Greco Maurizio - Massari Alessandro
 
ISBN: 8838770514
Collana: Appalti & Contratti
Edizione: 1
Copyright: Marzo 2012
Tipo Prodotto: Volume
Pagine: 788
Formato: 15x21
 
Euro 54,00
 
- 10%
Euro 48,60
 

 
 
Disponibilità:
 

Appalti e servizi pubblici dopo le recenti novità: dal decreto sviluppo al decreto semplificazioni

Un sistema normativo complicato in costante oscillazione tra ripensamenti ripetuti e innovazioni più apparenti che reali

A partire dal decreto sviluppo (D.L.70/2011), per proseguire con le manovre correttive (D.L. 98/2011, D.L. 138/2011), alla legge sulle MPMI (L. 180/2011), alla legge di stabilità 2012 (L. 183/2011), fino ai recenti decreti “salva Italia” (D.L. 201/2011), “liberalizzazioni” (D.L. 1/2012) e “semplificazioni” (D.L. 5/2012), il numero delle disposizioni che riguardano la materia degli appalti e dei servizi pubblici ed il loro impatto sono ancora una volta impressionanti e dirompenti.

Interventi normativi frettolosi, contraddittori e scarsamente coordinati che trovano chiarimento e razionale sistemazione in questa nuova opera di interpretazione e commento redatta da tre apprezzati esperti, A. Massari, Avvocato specializzato in contrattualistica pubblica, M. Greco, Direttore struttura complessa gestione risorse di ASL, G. Bassi, Funzionario economico comunale, così dettagliatamente strutturata:

QUADRO CRONOLOGICO DELLE INNOVAZIONI NORMATIVE DAL DECRETO SVILUPPO ALLA MANOVRA MONTI.

2. LA PRIMA APPLICAZIONE DELLE NORME DEL “DECRETO SVILUPPO” (D.L. 70/2011 CONV. L. 106/2011) E LE SUCCESSIVE MODIFICAZIONI INTERVENUTE
1. L’abrogazione dell’art. 81, c. 3-bis sull’obbligo di aggiudicazione al netto del costo del personale.
2. La procedura negoziata senza previa pubblicazione di bando: la nuova determinazione n. 8/2011 dell’Autorità di Vigilanza.
3. La questione dell’affidamento “diretto” dei servizi infra 40.000 euro ed il mancato coordinamento tra Codice e Regolamento attuativo.
4. La tassatività delle cause di esclusione dalle gare: il documento dell’AVCP e la prima giurisprudenza.
5. La semplificazione del DURC nell’attività contrattuale minore.

3. LA LEGGE 180/2011 (NORME A FAVORE DELLE MICRO-PICCOLE-MEDIE IMPRESE)
1. La legge 180/2011 (il c.d. “Small business act italiano”).
2. Il rafforzamento degli obblighi di pubblicità preventiva per gli affidamenti sotto soglia.
3. Il frazionamento in lotti degli appalti e il favor per il subappalto.
4. La semplificazione dell’accesso alle gare per l’affidamento degli appalti e dei servizi pubblici locali delle mpmi.
5. La semplificazione degli adempimenti documentali nelle gare d’appalto.
6. La proporzionalità dei requisiti di partecipazione alle gare.
7. Il temporaneo innalzamento della soglia per l’affidamento semplificato di servizi tecnici.

4. LA LEGGE 183/2011 (LEGGE DI STABILITÀ 2012) E LE NOVITÀ DI INTERESSE PER GLI APPALTI PUBBLICI
1. La legge di stabilità 2012 e le disposizioni sulla “decertificazione” nei rapporti tra P.A. e privati.
2. Gli incentivi alla realizzazione di infrastrutture autostradali.
3. La semplificazione dei pagamenti.

5. I TRE DECRETI “MONTI” (D.L. 201/2011, D.L 1/2012 E D.L. 5/2012)
1. La gestione degli appalti per i piccoli comuni.
2. La valorizzazione di Consip quale centrale di committenza.
3. L’abrogazione dell’art. 81, c. 3-bis del Codice appalti (art. 44).
4. L’affidamento di servizi tecnici: la soppressione della nuova soglia per gli affidamenti mediante procedura negoziata senza bando inizialmente prevista dalla l. 180/2011.
5. La norma interpretativa sulle varianti negli appalti di ll.pp..
6. Disposizioni in materia di Conferenza di servizi.
7. Scorrimento graduatoria: modifiche all’art. 140 del Codice appalti.
8. Misure a favore della micro-piccole-medie imprese.
9. Consultazione preliminare per le grandi opere.
10. Opere di urbanizzazione a scomputo oneri concessori (art. 45).
11. Misure per l’attrazione di capitali privati.
12. Misure per le opere di interesse strategico.
13. Elenco-anagrafe nazionale delle opere pubbliche incompiute.
14. Il nuovo “contratto di disponibilità” introdotto dal d.l. 1/2012.
15. Semplificazione nella redazione e accelerazione dell’approvazione dei progetti.
16. Il decreto semplificazione e le misure direttamente incidenti sugli appalti pubblici.

6. ALTRE NOVITÀ NORMATIVE, DI PRASSI E GIURISPRUDENZA IN MATERIA DI APPALTI PUBBLICI
1. Le linee guida dell’AVCP sull’applicazione del criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa.
2. Il documento di avvio della consultazione dell’AVCP sull’avvalimento dei requisiti speciali.
3. La disciplina speciale degli appalti nei settori della difesa e della sicurezza.
4. La legge 27 gennaio 2012, n. 3 (legge “anti usura”) e le modifiche al Codice.

7. LE NOVITÀ IN MATERIA DI SERVIZI PUBBLICI LOCALI DOPO IL D.L. LIBERALIZZAZIONI
1. Novità e replicazioni post-referendarie nella disciplina sui servizi pubblici locali: aspetti di criticità e di compatibilità costituzionale. Confini del perimetro di applicabilità della normativa e rapporto con le discipline di settore.
2. Il nuovo principio generale di organizzazione dei servizi pubblici locali su ambiti o bacini territoriali ottimali ed il ruolo della Regione.
3. La prevalenza del principio di liberalizzazione dei servizi pubblici locali ed i presupposti per il mantenimento dei diritti di esclusiva: rinnovato ruolo dell’Antitrust, aspetti sostanziali e complessità procedurali.
4. Le modalità per il conferimento della gestione dei servizi pubblici locali mantenuti in regime riservato: modello ordinario aperto ed incorporated jointventure di tipo industriale. L’introduzione obbligatoria dei principi di regolazione tariffaria con metodo price-cap.
5. Il modello residuale in house providing: presupposti giuridici e condizioni fattuali per l’affidamento diretto. Vincoli operativi, mercatistici e di finanza pubblica.
6. Divieti, incompatibilità e vincoli nei confronti degli incarichi e delle nomine in società partecipate dagli enti locali.
7. I nuovi vincoli alle assunzioni di personale per le società a partecipazione pubblica, indipendentemente dal regime di affidamento.
8. Il ruolo dei revisori dell’ente locale nel controllo dei contratti di servizio.
9. Il regime delle reti, impianti ed altre essential facilities nella successione tra gestori.
10. Il regime transitorio degli affidamenti difformi dopo il decreto «liberalizzazioni» e l’ipotesi dell’in house eccezionale a seguito di aggregazione tra gestioni di bacino.


 
 
 
 
 
 

 
Quantità

  Metti nel carrello
  esamina il carrello

 

 

Maggioli Editore su Geoexpo

Appalti e Lavori Pubblici

1 - 2 - 3 - 4 - 5


I contratti pubblici di lavori, servizi e forniture nei settori speciali

 

Guida operativa agli appalti di servizi e forniture

 

Codice degli Appalti Pubblici e Regolamento di Attuazione

 

Come farsi pagare dalla Pubblica Amministrazione

 

Gli appalti pubblici dopo i decreti Spending Review e Crescita

 

Appalti e servizi pubblici dopo le recenti novità: dal decreto sviluppo al decreto semplificazioni

 

Guida operativa per la gestione dei lavori pubblici

 

La tracciabilità dei pagamenti

 

Il nuovo formulario dell’affidamento lavori

 

L'offerta economicamente più vantaggiosa e l’analisi multicriteri

 
 

 















 

 

 05071428/AA - Maggioli Editore su Geoexpo

 
 
Informazioni commerciali:  Maggioli SpA - Tel. 0541/628200  - Fax 0541/622060 - email 
Informazioni sito web:  GeoExpo by GEO group s.r.l. - tel. 0825 824256 - fax 0825 825363 - email 
   
Home Page geologi.it bar-2
bar-3